QUALI SONO LE TUTELE PER I LAVORATORI AGRICOLI?

La tutela dei lavoratori e della salute, in particolare dei lavoratori del comparto agro-silvicolo e dell’orticoltura, è un settore dei sistemi previdenziali nel quale i sindacati sono particolarmente attivi. In tutti i paesi i lavoratori sono integrati nella concezione ed attuazione delle misure per la tutela dei lavoratori.

I sindacati esercitano la propria influenza mediante i rappresentanti sindacali aziendali. Se in azienda è rappresentato un sindacato, viene costituita una RSA (rappresentante sindacale), se sono rappresentati più sindacati vengono costituite delle rappresentanze sindacali unitarie (RSU).

I sindacati agricoli non presentano un alto tasso di sindacalizzazione. Una delle cause di tale fenomeno risiede nella struttura polverizzata del settore, basato sulle piccole imprese.

Ciò nonostante, grazie ad organi di rappresentanza aziendali, quali comitati aziendali, sindacati aziendali e rappresentanti sindacali, i sindacati sono in grado di raggiungere buona parte dei lavoratori del settore agro-silvicolo e dell’orticoltura.

  • I ricorsi amministrativi previsti dall’art. 11 D.Lgs. 375/93 contro i provvedimenti di mancata iscrizione (totale o parziale) negli elenchi nominativi dei lavoratori agricoli, ovvero di cancellazione dagli elenchi medesimi ……

  • Le prestazioni previdenziali e assistenziali, la domanda amministrativa, necessaria a far conoscere all’ente i presupposti del diritto alla prestazione…….

  • Il riconoscimento del diritto di indennità di maternità per astensione facoltativa delle lavoratrici agricole, è sufficiente l’esistenza dei requisiti costitutivi del rapporto assicurativo nell’anno precedente all’evento assicurato…….

  • La tutela assicurativa contro gli infortuni sul lavoro in agricoltura e di prestazione lavorativa intercorrente tra genitore e figlio……..

  • Il bracciante agricolo che agisce in giudizio per ottenere prestazioni previdenziali ha l’onere di provare l’iscrizione negli elenchi nominativi, che comprova lo svolgimento di un’attività di lavoro subordinato a titolo oneroso per un numero minimo di giornate in ciascun anno; tuttavia…..

  • La denuncia aziendale – cui sono tenuti i datori di lavoro agricolo – deve essere presentata entro trenta giorni, decorrenti dall’inizio dell’attività aziendale e non dalla data di assunzione……

  • L’indennità giornaliera di maternità per le coltivatrici dirette, una volta istituito il rapporto previdenziale con l’iscrizione negli elenchi anagrafici, anche se d’ufficio o mediante retrodatazione, per tale periodo la lavoratrice agricola ha diritto all’indennità…….

  • La tutela assicurativa contro gli infortuni sul lavoro in agricoltura, non consente di ricomprendere ogni attività umana che si trovi ad essere anche solo Occasionalmente….

  • In materia di prestazioni previdenziali, la decadenza prevista dall’art. 47 del DPR. n. 639 del 1970, si applica anche in caso di riconoscimento parziale del trattamento effettivamente dovuto, poiché il diritto alla somma residua è inestinguibile dal diritto

  • Con riferimento ai lavoratori subordinati a tempo determinato nel settore dell’ agricoltura, colui che agisce in giudizio per ottenere le prestazioni previdenziali ha l’onere di provare, mediante l’esibizione di un documento …..

  • Il rapporto previdenziale, nell’ambito dei coltivatori diretti, anche in relazione all’assicurazione di maternità, non si instaura automaticamente……

  • Con riferimento ai lavoratori subordinati a tempo determinato nel settore dell’agricoltura, il diritto dei medesimi alle prestazioni previdenziali, al momento del verificarsi dell’evento protetto, è condizionato…

  • L’iscrizione di un lavoratore nell’elenco dei lavoratori agricoli svolge una funzione di agevolazione probatoria che viene meno una volta che l’Inps …

  • La richiesta dell’indennità di disoccupazione agricola entro il termine previsto, impedisce la decadenza e fa sì che l’assicurato, il quale abbia accettato un adempimento parziale, non implicante rinuncia …

  • Si reputano connesse ex art. 2135, 2° comma, c.c. le attività rivolte alla trasformazione o all’alienazione dei prodotti agricoli, quando le stesse risultano ….

  • l’indennità di disoccupazione spettante agli operai agricoli a tempo determinato per gli anni anteriori al 1996 si computa…

La norma dell’art.6, lett. b), L. 31/3/79 n. 92 – secondo cui, agli effetti delle norme di previdenza ed assistenza sociale, ivi comprese quelle relative all’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali, si considerano lavoratori agricoli dipendenti gli operai assunti….

Scarica Documento Completo

logo-sindacato-silpa

Il SILPA è un sindacato giovane con idee nuove scevro dalle vecchie logiche che hanno allontanato le persone dalle associazioni di categoria.

Iscriviti alla Newsletter

SILPA | Viale Città d'Europa, 679 - Roma | Tel: 06.164.162.985 | email segreteria@sindacatosilpa.it | Sito web realizzato da BrandLive